logo logo

Il valore della pausa caffè

Il valore della pausa caffè

Poche cose come la durata della pausa caffè sono fonte di discussioni e litigi sul posto di lavoro. Per i vostri capi e direttori la pausa caffè è sempre troppo lunga, per voi immancabilmente troppo corta. Una distrazione che il culto della produttività ha in odio da lungo, lunghissimo tempo. Più o meno da quando il caffè ha iniziato a diventare un'abitudine radicata nella capitali di tutta Europa.

Nel suo libro I Tweet di Cicreone. I primi 2000 anni dei social media, Tom Standage racconta che quando, nel '700, a Londra e a Parigi apparvero i primi caffè la reazione fu tutt'altro che entusiasta.

Per le élite dominanti, questi esercizi commerciali, dove intellettuali e mercanti si ritrovavano per godere della bevanda esotica recentemente diventata di moda, erano luoghi di perdizione dove la distrazione minacciava di distruggere l'operosità e, con essa, le fondamenta tutte della società.

Certo, i toni erano un poco più tragici di quelli che potrebbe usare ora il vostro capo ufficio. Ma il concetto sempre lo stesso: la pausa caffè è una distrazione inaccettabile, che mina le basi della disciplina.

Quello di cui i parrucconi dell'epoca non si rendevano conto è che i caffè rappresentavano un ecosistema incredibilmente fertile. Seduti al tavolino, di fronte a una tazza fumante, si ritrovavano scienziati, intellettuali, commercianti, artisti e qualsiasi altro genere di persona brillante.

L'incontro di queste personalità favoriva lo scambio di idee e da questo scambio nacquero ragionamenti e rapporti che finirono immancabilmente per produrre nuove idee che rivoluzionarono la società.

Insomma, nel '700 i caffè furono uno dei più importanti hub dove si faceva innovazione e il loro ruolo sullo sviluppo dell'arte, della tecnologia o della scienza fu indispensabile. Se fosse stato per lo sguardo miope e limitato delle élite dell'epoca molte di queste invenzioni e scoperte non avrebbero mai visto la luce.

Perciò pensateci la prossima volta che vi lamentate per la pausa caffè troppo lunga dei vostri dipendenti. Tra quelle chiacchiere apparentemente oziose potrebbe celarsi un tesoro per la vostra azienda.

Acquisto o noleggio, qual è la formula migliore per avere un distributore automatico? Ai nostri clienti offriamo entrambe le possibilità e siamo a disposizione per consulenze e consigli. Scopri qual è la soluzione più adatta alla tua azienda. 

Leggi tutto

 

Resta aggiornato sulle iniziative della nostra azienda.

eurogrouplogo confida